Recensione libro su Peppino Impastato

Recensione libro su Peppino Impastato
Di Guglielmo Pellegrino-Lise

Dall’editore Rubettino riceviamo e pubblichiamo:

 

Peppino Impastato
Una vita contro la mafia

di Salvo Vitale

Peppino Impastato nasce a Cinisi, piccolo centro vicino a Palermo; rompe con il padre «…capo di un piccolo clan e membro di un clan più vasto, con connotati ideologici tipici di una civiltà tardo-contadina e preindustriale, aveva concentrato tutti i suoi sforzi, sin dalla mia nascita, nel tentativo di impormi le sue scelte e il suo codice comportamentale. È riuscito soltanto a tagliarmi ogni canale di comunicazione affettiva e compromettere definivamente ogni possibilità di espansione lineare della mia soggettività… (scrive Peppino)», lo caccia di casa e lui, forte di una formazione comunista, avvia un’attività politico-culturale contro il silenzio e le diffuse connivenze mafiose. Dalla protesta in piazza ai giornali volanti, alle manifestazioni improvvisate, Peppino arriva infine all’uso politico di una radio, Radio Aut, emittente autofinanziata che indirizza i suoi sforzi e le sue scelte nel campo della controinformazione e soprattutto in quello della satira nei confronti della mafia e degli esponenti della politica locale. Dai microfoni della radio fa nomi e cognomi, denuncia interessi che ruotano intorno all’ampliamento dell’aeroporto di Punta Raisi, mettendo con le spalle al muro il boss Tano Badalamenti che, per ritorsione, ne commissiona l’assassinio. Il 9 maggio 1978 a Cinisi viene ritrovato il corpo senza vita di Peppino Impastato dilaniato da una carica di tritolo posta sui binari della linea ferrata Palermo-Trapani. L’11 aprile 2002 Gaetano Badalamenti, dopo quattro anni di processo, è condannato all’ergastolo come mandante e responsabile dell’omicidio di Peppino.

Disponibile in libreria


Cento passi ancora
Peppino Impastato, i compagni, Felicia, l’inchiesta

di Salvo Vitale

Pagine di un diario scritte da chi ha vissuto direttamente questa storia, iniziata subito dopo la morte di Peppino Impastato. Il depistaggio delle indagini, la controinchiesta dei compagni, le vicende processuali, la vita di Radio Aut, la lunga notte di Felicia e la sua ostinata richiesta di giustizia. 22 anni di lotta contro la mafia e uno slogan, scritto in uno striscione portato ai funerali, che ha accompagnato, da allora ad oggi, ogni scelta dei suoi compagni: ”con le idee e il coraggio di Peppino noi continuiamo”.

L’autore

Salvo Vitale è nato a Cinisi il 16 agost01943. Nel 1969 si è laureato in Filosofia presso l’Università di Palermo e ha insegnato Filosofia e Storia nei licei sino al 2003. Ha condiviso le scelte politiche di Peppino Impastato organizzando con lui alcune iniziative e continuandone, per alcuni aspetti, l’attività, dopo la sua morte. Tra i suoi scritti: Le torri del distretto (1996), Quasi un urlo di libertà (edizioni della Battaglia 1996), Peppino è vivo (edizioni EGA 2008), Onda Pazza (Stampa Alternativa 2008), Onda Pazza 2 (Stampa alternativa 2009), Radio Aut (Alegre 2008), La radio dei poveri cristi di Danilo Dolci (Navarra 2008), Amore non ne avremo (poesie di Peppino Impastato, Navarra 2008), Arrangiamenti (rabbia in versi, Navarra 2010), Il tempo, i luoghi, gli uomini (Navarra 2013), Naufragio del tempo (versi 1961-’68, Barone 2016), Era di passaggio (cronache, articoli, curiosità su Peppino Impastato, Navarra
2016). Il suo lavoro più noto è Nel cuore dei coralli (Rubbettino 1996), una biografia su Peppino Impastato, alla quale si è ispirata la sceneggiatura del film I cento Passi, dove egli è uno dei protagonisti: il libro è stato ripubblicato in una nuova edizione del 2008, e aggiornato nel 2016 con il titolo Peppino Impastato, una vita contro la mafia. Collabora con «Antimafia Duemila» e con altri giornali, riviste e blog. Si occupa di educazione alla legalità, di educazione antimafia nelle scuole, ha curato, per 10 anni, il sito www.peppinoimpastato.com. attualmente cura il sito www.ilcompagno.com e collabora con l’emittente Telejato.

#fattoreerre #rubbettino #nonbaciolemani #bibliotecaliberale @rubbettinobooks
condividi questo messaggio con un amico tramite questo link
Per info: Tel. 0968 6664209 e-mail: commerciale@rubbettino.it  – www.rubbettinoeditore.it

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono marcati con *

Puoi usare tagsHTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.