FESTA GRANDE PR IL 202° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL CORPO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA

Di La Segreteria Nazionale

Festa grande si è svolta a Roma l’8 luglio decorso per il 202° anniversario della Fondazione del Corpo della Polizia Penitenziaria. A partire dalle 18, in piazza del Popolo, si è tenuta la solenne cerimonia con gli interventi del Guardasigilli, Alfonso Bonafede, e del capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Francesco Basentini. Presenti, tra gli altri, il presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi, i vicepresidenti del Consiglio, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i vicepresidenti della Camera, Mara Carfagna e Fabio Rampelli, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta, il ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, i sottosegretari alla Giustizia, Vittorio Ferraresi e Jacopo Morrone, il vicepresidente del Csm David Ermini, il primo presidente della Corte di Cassazione Giovanni Mammone e il procuratore generale della Corte di Cassazione Riccardo Fuzio. Nella cerimonia è stato letto il messaggio di augurio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha ringraziato gli appartenenti al Corpo per il “costante e generoso impegno posto nell’adempimento dei loro doveri e per il significativo contributo al percorso di rieducazione dei detenuti, in attuazione degli obblighi previsti dalla Costituzione”. Il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria Francesco Basentini ha dedicato un “commosso pensiero alla memoria degli appartenenti al Corpo che hanno sacrificato la vita per la fedeltà ai valori della Repubblica. Il loro sacrificio vive nella storia e nel cuore della Polizia Penitenziaria”. Ha sottolineato inoltre “il valore e la professionalità delle donne e degli uomini del Corpo e del ruolo fondamentale che svolgono per la sicurezza e la legalità”. Il Sindacato Nazionale dei Cinque Corpi di Polizia si associa agli auguri e condivide in pieno gli alti valori di professionalità e di impegno nella società civile, del Corpo di Polizia Penitenziaria, che troppo spesso viene poco considerata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono marcati con *

Puoi usare tagsHTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.