IL SINCPOL E LIBERA VOCE DI POLIZIA ITALIANA AUGURANO BUONE VACANZE AI SOCI E AI LETTORI. APPUNTAMENTO AL 1° SETTEMBRE.

FALSE RIVISTE DI POLIZIA SMASCHERATI I TRUFFATORI AL TELEFONO

Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza li avevano nel mirino da circa un anno a seguito delle numerose denunce e querele, pervenute da tutta Italia, circa le truffe telefoniche per false riviste di polizia, tutte riferibili a medesime società del milanese. Anche questo Sindacato aveva a suo tempo provveduto (nell’ottobre 2013 con richiamo nel febbraio 2014, come si può leggere nella sezione dedicata di questo sito) a sporgere denuncia-querela contro ignoti presso la Procura della Repubblica di Roma. Aveva anche provveduto a segnalare la situazione ai vari Comandi Generali interessati ed al Capo della Polizia.
Ciò si era reso necessario a seguito delle tante segnalazioni che ci giungevano da cittadini contattati, con richieste di cifre spropositate, per abbonamenti a non meglio specificate riviste di polizia, spesso e volentieri anche spendendo falsamente il nostro nome. I cittadini venivano minacciati anche di procedure forzose di recupero crediti.
Oggi, finalmente, la svolta. E’ recentissima la notizia (Corriere della Sera, 25/7/14) della denuncia di 27 persone a Milano e provincia, per associazione a delinquere finalizzata al compimento di truffe ed estorsioni. “La Benemerita”, “Il Giornale del Carabiniere”, “115 Codice Rosso”, “La Rivista della Finanza”, “Le Polizie in Europa” ecc…questi i fantasiosi nomi delle testate-fantasma in oggetto. Sono state raggirate circa 300 tra società e singoli cittadini, ed alcune hanno versato cifre da capogiro: in un caso si è arrivati al record di 80.000 €uro per un anno! Una situazione insostenibile che di riflesso ha penalizzato fortemente anche noi sul piano dell’immagine, perché non è sempre semplice riuscire a far capire ai cittadini che noi siamo una organizzazione seria, con fini prevalentemente sociali e di tutela pensionistica per le Forze di Polizia. Nulla abbiamo quindi a che fare con questi ignobili truffatori, anzi siamo i primi a denunciarne le attività criminose. E l’abbiamo fatto circostanziatamente con la denuncia-querela di cui sopra.
Dopo la svolta delle indagini, con l’eventuale rinvio a giudizio, sarebbe nostra intenzione costituirci parte civile nel processo che verrà, per difendere sia il nostro buon nome e sia le istanze di tutela che ci pervengono dagli abbonati a “Libera Voce di Polizia Italiana” come da altri cittadini, anche non abbonati. Speriamo che avere decapitato questa vera e propria associazione a delinquere possa finalmente liberarci dai parassiti che carpiscono la buona fede della gente per trarne indebiti e sostanziosi profitti, tanto da scoraggiare a priori chi intendesse sostenere le organizzazioni similari alla nostra.

La Segreteria Nazionale


  Iscrizione al Sindacato       Archivio Articoli
Polizia di Stato
Dalle origini della Polizia di Stato alla legge di riforma del 1981, oltre un secolo e mezzo di storia istituzionale degli uomini che hanno vestito il dovere. Dalla prima uniforme del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza del 1852, alle Guardie di Cittá, passando per le due guerre fino all'attuale Polizia di Stato.

continua...

Carbinieri
Il corpo fu creato da Vittorio Emanuele I di Savoia, re di Sardegna, con lo scopo di fornire al Piemonte un corpo di polizia simile a quello francese della Gendarmerie. I compiti di polizia in quel periodo erano svolti dai Dragoni di Sardegna, corpo creato nel 1726 e composto da volontari, mentre parallelamente andava sviluppandosi il progetto di un apposito Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza.

continua...

Polizia Penitenziaria
Il Corpo di Polizia Penitenziaria è l'erede del Corpo delle Guardie Carcerarie, creato nel 1873, poi riformato nel Corpo degli Agenti di Custodia (1890), ad ordinamento militare. Nel 1922 l'amministrazione passa dall'allora Ministero dell'Interno al Ministero di Grazia e Giustizia. Nel 1990, con la legge n. 395 del 15 dicembre, il Corpo assume la nuova denominazione e viene smilitarizzato, ritornando dal dicastero degli Interni a quello della Giustizia..

continua...

Guardia di Finanza
La Guardia di Finanza è il corpo più antico dello Stato, che troviamo giá nel Regno di Sardegna e che trae le sue origini dalla legione truppe leggere (1774) così come testimoniato dal decreto di nomina di Gabriel Pictet come primo comandante il 5 ottobre 1774 da parte di Vittorio Amedeo III di Savoia. Il reparto di fanteria leggera dell'esercito sabaudo con compito accessorio del presidio delle frontiere, viene sciolto con la creazione delle repubbliche filonapoleoniche del nord Italia, ricostituito sotto il nome di legione reale leggera e sciolto definitivamente nel 1821.

continua...

Corpo Forestale dello Stato
Il Corpo Forestale dello Stato nacque il 15 ottobre del 1822 su istituzione del re di Sardegna Carlo Felice di Savoia, allora si chiamava "Amministrazione forestale per la custodia e la tutela dei boschi". Durante il fascismo, nel 1926, il corpo, chiamato allora "Corpo Reale delle Foreste", viene soppresso e nasce la "Milizia Nazionale Forestale"..

continua...